4trading (www.4trading.it)

analisi di borsa

Archive for the ‘tenaris’ Category

Tenaris: analisi grafica

Posted by 4trading su 4 aprile 2008

image

Il movimento del titolo lascia supporre che area 16.35 euro, dove si colloca una forte resistenza, possa essere superata senza particolari problemi. L’eventuale superamento, pero’, deve giungere in presenza di scambi decisamente superiori rispetto a quelli mostrati nelle ultime giornate. Consigliamo di mantenere una strategia attendista procedendo solo, in presenza del segnale, nel corso della prossima settimana.

Annunci

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Tenaris completa la vendita dell’attività di Controllo della Pressione di Hydril a GE

Posted by 4trading su 1 aprile 2008

 

Lussemburgo, 1 aprile 2008. – Tenaris S.A. ha annunciato oggi di aver completato la vendita, precedentemente annunciata, dell’attività di Controllo della Pressione a General Electric Company (GE) per un importo corrispondente a US$1.115 milioni.
Tenaris è il maggior produttore e fornitore a livello mondiale di tubi e servizi per l’industria dell’energia e per applicazioni industriali specialistiche.

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Tenaris: Cheuvreux alza il target a 17.7 euro

Posted by 4trading su 14 marzo 2008

Gli analisti di Cheuvreux hanno rivisto al rialzo il prezzo obiettivo su Tenaris portandolo da 15,8 euro a 17,7 euro e confermato la raccomandazione outperform. Secondo il broker
francese i fondamentali della società della famiglia Rocca sono buoni e il titolo è a buon prezzo. Anche le difficoltà emerse dai conti nel primo trimestre 2007 saranno facilmente
archiviate a detta degli esperti della casa d’affari, che si aspettano un buon secondo trimestre.

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Tenaris: dall’investor day nessuna novita’ saliente

Posted by 4trading su 14 marzo 2008

Rispetto a quanto comuicato dalla societa’, in sede di presentazione dei dati dell’ultimo trimestre 2007, non si sono avute sostanziali novita’ dall’incontro con il management dell’azienda. In buona sostanza e’ stato ribadito che la domanda di tubi, attivita’ di perforazione petrolifera, continuera’ a rimanere sui livelli dello scorso anno senza sibire particolari contraccolpi.

Per il 2008, il management prevede di perdere quota di mercato nell’Est europeo ma di acquisirne nei mercati asiatici (soprattutto Cina e Russia).

La cassa della societa’ e’ ad un buon livello e il previsto cash flow lascia supporre che nel corso del 2008 potranno essere possibili acquisizioni di aziende di medie piccole dimensioni.

image

Il grafico evidenzia una situazione potenzialmente positiva per le quotazioni. Allo stato attuale, i livelli da tenere presente per l’operativita’, ma anche per il trading stretto, sono 16.25 euro al rialzo e 15,20 euro al ribasso. Solo la rottura di una di questi livelli determinera’ un segnale direzionale per il medio. In ogni caso, l’operativita’ consigliata e’ quella di acquistare in caso di storno verso 15.2 euro e vendere tra 16.15 e 16.25 euro. Adesso non consigliamo posizioni.

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Tenaris: Credit Suisse migliora il giudizio

Posted by 4trading su 6 marzo 2008

Upgrade per Tenaris. A promuoverla sono stati oggi gli analisti del Credit Suisse First Boston che hanno alzato la raccomandazione da “underperform” a “neutral” con il prezzo obiettivo salito da 18,75 a 20 euro. La casa d’affari elvetica, alla luce dei riscontri arrivati da conti 2007 di tenaris,  ha messo mano alle proprie stime alzando quelle di ebitda per il 2009 a 4,4 miliardi di dollari dai precedenti 4,2 mld. L’Eps 2009 è visto a 2,47 dollari dai precedenti 2,09 $.

 

image

Il grafico del titolo lascia supporre che area 16.25/30 euro e’ un livello non facile da superare. Il movimento tecnico lascia supporre che nelle prossime, dopo una pausa di consolidamento, sara’ possibile un nuovo progresso con tentativo di passare la sogla. L’eventuale consolidamento potrebbe portare le quotazioni verso area  15.4 euro dove si colloca il primo supporto degno di nota. Per il momento, a seguito dell’eccesso che si e’ venuto a creare, consigliamo di attendere senza realizzare alcuna compravendita.

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Tenaris: voci di maxi commessa in Bolivia

Posted by 4trading su 29 febbraio 2008

Exploit di Tenaris in Borsa. Il titolo della società della famiglia Rocca si porta in guadagno di quattro punti percentuali (+4,13%) scambiando a quota 14,94 euro. Secondo quanto appreso da Finanza.com a spingere l’azione è un rumors che gira nella sale operative secondo cui Tenaris avrebbe vinto una mega commessa da 700 milioni di dollari per un gasdotto che
dovrebbe unire la Bolivia all’Argentina.

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Tenaris: giudizio negativo da Intermonte

Posted by 4trading su 28 febbraio 2008

Gli analisti di Intermonte giudicano negativamente il titolo. Raccomandazione underperform e target a 12 euro.

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Tenaris: riussunto dei dati 2007

Posted by 4trading su 28 febbraio 2008

(ASCA) – Roma, 28 feb – Ricavi in forte crescita e profitti stabili per Tenaris nel 2007 con un quarto trimestre in decisa ripresa rispetto al precedente anche se con risultati
inferori al corrispondente periodo del precedente esercizio.
Nell’ultimo trimestre i ricavi sono ammontati a 2,62 miliardi di dollari con un aumento del 7% sull’analogo periodo del 2006 mentre l’utile di periodo accusa un calo del
5% a 595 milioni di dollari ma in decisa ripresa rispetto ai 436 milioni del terzo trimestre.

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Tenaris: dati 2007, dividendo e prospettive – Comunicato stampa

Posted by 4trading su 28 febbraio 2008

Sintesi dei risultati annuali per l’esercizio 2007

Il primo dato si riferisce al 2007 ed il secondo al 2006

Ricavi netti (milioni di dollari US) 10.042,0 7.727,7 30%

Risultato operativo (milioni di dollari US) 2.957,2 2.792,5 6%

Utile del periodo (milioni di dollari US) 2.076,1 2.059,4 1%

Utile del periodo per gli azionisti (milioni di

dollari US)

1.923,7 1.945,3 (1%)

Utile per ADS (dollari US) 3,26 3,30 (1%)

Utile per azione (dollari US) 1,63 1,65 (1%)

EBITDA (milioni di dollari US) 3.449,3 3.045,6 13%

Margine EBITDA (% dei ricavi netti) 34% 39%

 

Dopo diversi anni di forte crescita, l’utile per azione è diminuito marginalmente nel 2007 rispetto al 2006. I ricavi netti, l’EBITDA e il risultato operativo hanno invece continuato a crescere del 30%, 13% e del 6% rispettivamente. Questi risultati riflettono una domanda stabile in generale per i prodotti e servizi di Tenaris da parte del settore globale del petrolio e del gas e sono stati raggiunti in un contesto di costi in aumento e di una significativa diminuzione dell’attività di perforazione del gas in Canada. Per il 2008, si prevede un aumento delle vendite, trainato da maggiori vendite di prodotti speciali OCTG high-end, che dovrebbe comportare un aumento nel risultato operativo e nell’utile del periodo. Ad ogni modo la maggiore volatilità delle condizioni economiche e nei prezzi delle materie prime e delle commodities potrebbe influenzare le condizioni di mercato dei nostri prodotti e servizi e quindi i nostri risultati nella seconda parte dell’anno.

Proposta di dividendo annuale

Il Consiglio di amministrazione propone, per approvazione dell’Assemblea Annuale degli Azionisti che si terrà il 4 giugno 2008, il pagamento di un dividendo annuale di 0,38 dollari US per azione (0,76 dollari US per gli ADS), ovvero circa 449 milioni di dollari US, comprensivi di un acconto sui dividendi di 0,13 dollari US per azione (0,26 dollari US per gli ADS) pagato il 22 novembre 2007, con un aumento del 27% rispetto al dividendo annuale distribuito nell’esercizio 2006. Se gli azionisti approveranno il dividendo annuale, un dividendo di 0,25 dollari US per azione (0,50 dollari US per gli ADS), ovvero circa 295 milioni di dollari US sarà messo in pagamento il 26 giugno 2008, con data di registrazione 25 giugno 2008 e con decorrenza ex-cedola dal 23 giugno 2008.

Scenario di mercato e previsioni

Nel 2007, la domanda globale di petrolio e gas ha continuato a crescere, riflettendo la crescita economica e la influenza del petrolio e del gas nel comparto energetico. Grazie ai livelli sempre sostenuti dei prezzi di petrolio e gas, le società produttrici, nella maggior parte delle regioni del mondo, hanno continuato ad aumentare il livello di investimenti e l’attività di perforazione per compensare i livelli di produzione in diminuzione dei campi maturi e per esplorare e sviluppare nuovi giacimenti. Tuttavia, in Canada l’attività di perforazione del gas è stata negativamente influenzata dai prezzi inferiori del gas in Nord America.

Il numero internazionale dei pozzi di perforazione attivi, come pubblicato da Baker Hughes, dopo avere registrato una crescita costante nei primi tre trimestri dell’anno, ha subito una lieve flessione nel quarto trimestre attestandosi su una media di 1017, con un aumento del 7% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. L’aumento medio registrato nell’intero anno è stato del 9% rispetto al 2006. Anche il numero corrispondente dei pozzi di perforazione attivi negli USA, più sensibili ai prezzi del gas naturale del Nord America, ha registrato una tendenza positiva, anche se in diminuzione nel corso dell’anno. L’aumento medio nel 2007 è stato del 7% rispetto al 2006 e, nel quarto trimestre del 2007, l’aumento è stato del 4% rispetto al quarto trimestre del 2006. Tuttavia, il numero dei pozzi di perforazione attivi in Canada, che ha iniziato a registrare una flessione nella seconda metà del 2006, ha registrato una diminuzione media annuale del 27% rispetto al 2006 e una flessione del 19% nel quarto trimestre rispetto allo stesso periodo del 2006.

Nel 2007 stimiamo che il consumo apparente globale di OCTG sia rimasto simile rispetto al 2006, dopo una forte crescita nei tre anni precedenti, dato che l’aumento nel consumo operativo è stato compensato dalla riduzione degli stock. Si prevede che la domanda apparente registrerà una ripresa nel corso del 2008, in seguito alla continua crescita nell’attività di perforazione del petrolio e del gas al di fuori del Nord America, ed il mantenimento degli stessi livelli di attività di perforazione in Nord America. Si prevede tuttavia che il tasso annuale di crescita sarà inferiore rispetto al periodo 2004-2006, e che potrebbe subire l’impatto negativo derivante dalla volatilità di mercato e dalla riduzione degli stock in alcuni mercati. La domanda di tubi a grande diametro per i progetti pipeline in Sud America nel corso del 2007 è stata forte, grazie all’avanzamento dei progetti di infrastruttura dei gasdotti in Brasile ed Argentina, che precedentemente avevano subito ritardi. Sono stati acquisiti ordini per nuovi progetti in Brasile e Colombia, e prevediamo di mantenere un alto livello di vendite nel settore nel 2008. I costi delle materie prime necessarie per la fabbricazione dell’acciaio sono aumentati nel corso del 2007, e si prevede che registreranno maggiori aumenti nel 2008. Analogamente nel 2007 sono aumentati i costi per l’energia e la mano d’opera e potrebbero subire ulteriori aumenti nel corso del 2008, con il costo della mano d’opera influenzato principalmente da fattori valutari. Sono cresciuti anche i costi dell’acciaio per i tubi saldati e si prevede che nel 2008 registreranno ulteriori aumenti

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Tenaris: le attese di Euromobiliare

Posted by 4trading su 27 febbraio 2008

Tempo di conti per Tenaris che oggi diramerà i risultati relativi al quarto trimestre 2007. Gli analisti di Euromobiliare si attendono un fatturato in crescita del 10,6% a 2,72 miliardi di dollari, con ricavi pari a circa 2,26 mld  (83% del totale) per la divisione Pipes, in crescita di circa il 2,7% rispetto al terzo trimestre 2007. A livello di ebitda le attese della sim milanese sono di un calo nell’ordine dell’1% a 890 mln di dollari, con ebitda margin di gruppo atteso al 32,7%. Infine l’utile netto è visto a 460 mln e il debito netto a 2,8 mld. 

image

Il grafico evidenzia il rialzo delle quotazioni nell’ultimo periodo. Il movimento rialzista potrebbe consentire il raggiungimento di area 15.2 euro dove passa la trendline superiore del canale. Ai valori attuali, non consigliamo acquisti.

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Raccomandazioni analisti – Tenaris

Posted by 4trading su 8 febbraio 2008

L’ufficio studi di Cassa Lombarda inizia la copertura del titolo emettendo un giudizio Buy sul titolo della famiglia Rocca evidenziando un target price a 16.5 euro.

Posted in raccomandazioni, tenaris | Leave a Comment »

Tenaris. Situazione tecnica negativa

Posted by 4trading su 7 febbraio 2008

image

Potenziale arrivo in area 12.45€ per il titolo. Questa soglia rappresenta l’ultimo livello di ritracciamento di Fibonacci. Ai prezzi attuali il rischio di investimento e’ molto elevato. Non consigliamo posizioni.

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Tenaris: recupero tecnico in atto e potenziale target a 14.5€. Il rialzo avviene in presenza di volumi in aumento

Posted by 4trading su 29 gennaio 2008

image

Il dato negativo odierno giunge dall’apertura di un gap rialzista che difficilmente rimarra’ aperto in questa fase. Possibile, quindi, prima del raggiungimento della soglia di 14.5 euro il ritorno verso area 13.3 euro. Consigliamo acquisti al raggiungimento di questa soglia.

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Raccomandazioni analisti – Tenaris

Posted by 4trading su 29 gennaio 2008

Gli analisti di Cheuvreux hanno promosso Tenaris. La raccomandazione della società è passata da underperform ad outperform mentre il target price è stato confermato a 24,5
euro. Secondo il broker il titolo rappresenta un’ottima opportunità di acquisto dopo i recenti scossoni sui mercati.

Posted in tenaris | Leave a Comment »

Tenaris: cessione di ramo di attivita’ –

Posted by 4trading su 28 gennaio 2008

Tenaris S.A. (NYSE, Buenos Aires e Messico: TS e MTA Italia: TEN) ha annunciato oggi di aver stipulato un accordo con General Electric Company (GE), per la cessione dell’attività di Controllo della Pressione, acquisita nel contesto della transazione con Hydril, per un
importo corrispondente a US$1.115 milioni. L’accordo è subordinato all’approvazione delle autorità governative e regolamentari e ad altre condizioni d’uso. Si prevede che l’accordo sarà concluso verso la fine del secondo trimestre.
Dall’acquisizione di Hydril nel maggio 2007, Tenaris ha integrato l’attività di Hydril dei giunti
premium con la propria e principale del settore dei tubi, gestendo separatamente l’attività di controllo della pressione di Hydril. L’attività di controllo della pressione di Hydril consiste nella produzione, vendita, fornitura di servizi, prodotti e sistemi per il controllo della pressione che verificano e contengono pressione fluida e gassosa durante le attività di perforazione, completamento e manutenzione dei pozzi petroliferi e del gas in ambienti difficili.
Paolo Rocca, Presidente e CEO di Tenaris, ha commentato: “L’attività di Hydril relativa al controllo della pressione dispone di eccellente tecnologia, un team di grande valore e di solide prospettive, ha tuttavia limitate sinergie con la nostra attività principale nel settore dei tubi. Riteniamo che all’interno di GE, come parte della crescente attività nel settore del petrolio e del gas, le sue opportunità saranno incrementate, e che la transazione sia nel migliore interesse dei suoi dipendenti e clienti e dei nostri azionisti.”

Posted in tenaris | Leave a Comment »