4trading (www.4trading.it)

analisi di borsa

Archive for the ‘commento di chiusura’ Category

Commento di chiusura 10 aprile

Posted by 4trading su 10 aprile 2008

(ASCA) – Roma, 10 apr – L’apertura positiva di Wall Street ha consentito a Piazza Affari di ridurre le perdite nel finale. Frazionale la flessione dell’indice S&P/Mib a -0,27%.
I segnali di frenata del ciclo hanno incoraggiato le vendite sul lusso con Luxottica (-3,43%) e Bulgari (-2,46%), Geox (-2,02%). Stessa musica per i ciclici: Italcementi
(-1,93%), Buzzi (-0,71%), Fiat (-2,22%). La lettera ha insistito anche sulle banche: Bpm (-2,92%), Bmps (-1,94%), Intesa SanPaolo (-1,16%).
In controtrend i titoli legati all’energia e alle reti di distribuzione: Eni (+0,78%) sulla scia dei record del petrolio. Robusta performance di Enel (1,13%) e Terna (+3,15%), per Cazenove quest’ultimo titolo ”offre alti rendimenti a fronte di basso rischio”. Alitalia ha segnato il prezzo di asta a 0,40 euro (+1,27%), ma i volumi stanno crollando.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura 9 aprile

Posted by 4trading su 9 aprile 2008

(ASCA) – Roma, 9 apr – Una seduta incolore per Piazza Affari con l’indice S&P/Mib in calo dello 0,10%. Hanno sopratutto prevalso ricoperture e storni tencici nell’ambito della rotazione settoriale.
Buon recupero di titoli ciclici quali i cementieri: Italcementi (+3,93%), Buzzi Unicem (+1,24%). Robustissimo rimbalzo di Telecom (+3,02%) a 1,501 euro, scambi intensi ma in linea con la precedente fase ribassista, tipico trend da ricoperture Per gli operatori decisiva  la tenuta e  il superamento del supporto/resistenza posto a 1,40 euro. Tra i difensivi in ripresa Autogrill (+2,99%). Bene Mediaset (+1,34%), Silvio Berlusconi ha definito come ”pura fantasia” l’ipotesi di fusione con Telecom.
Tra i petroliferi bene Eni (+1,1%), trascinata dalla corsa del greggio che controbilancia, a livello di conto economico, il deprezzamento del biglietto verde. Complessivamente debole il comparto bancario-finanziario, in particolare Mediolanum ha lasciato sul terreno il 3,1%. Le prospettive di una recessione negli Usa con conseguenze depressive sul dollaro hanno penalizzato titoli dollar-sensitive, quali Stm (-1,64%) e Bulgari (-1,5%). Debutto in lettera per Rosss (-3,8%). In picchiata Alitalia, il titolo ha segnato solo il prezzo di asta a 0,395 (-21%), ancora molta strada per arrivare al concambio proposto dall’Ops di Air France-Klm. Il titolo della compagnia francese ha chiuso a Parigi a 18,58 euro, che corrisponde a una valorizzazione del titolo Alitalia pari a 0,116 euro.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

commento di chiusura 8 aprile

Posted by 4trading su 8 aprile 2008

Tra i titoli che sono riusciti a schivare le vendite ha spiccato Seat pagine gialle (+5%), oggetto nuovamente di un’elevata volatilità, con anche una sospensione per eccesso di rialzo dopo che aveva trascorso la prima parte di seduta in coda al listino milanese. Gli analisti segnalano che sarebbero in atto alcune ricoperture sul titolo della società che edita le Pagine gialle. Segno più anche per Parmalat (+1,14%) alla vigilia dell’assemblea degli azionisti chiamata alla nomina del nuovo board del gruppo di Collecchio. La riconferma dell’intero board per un altro triennio appare quasi sicura, anche perché la lista di Bondi è l’unica al voto. L’unica incognita sembrerebbe quella riguardante i fondi italiani ed esteri, che potrebbero mostrare il proprio dissenso proprio nell’assemblea. Fitte vendite sul titolo Stm che sin dai primi scambi si è attestato nelle posizioni di coda dell’S&P/Mib. Il titolo del gruppo italo-francese ha perso a fine sessione il 2% circa. Gli analisti del Credit Suisse hanno portato il prezzo obiettivo su Stm a 7 euro dai precedenti 10,5 euro reiterando la raccomandazione “neutral” e continuando a ritenere che il profilo rischio/rendimento di Stm non sia ottimale a causa del possibile impatto negativo del rallentamento economico e del fattore cambio che peserà sicuramente sull’intero comparto semiconduttori europeo. Tra le peggiori performance dell’S&P vanno poi segnalate quelle di Fastweb (-2,89%) e Banca Mps (-3%).

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura 7 aprile

Posted by 4trading su 7 aprile 2008

Occhi puntati sin dal primo mattino alle notizie in arrivo da Londra dove Lottomatica ha tolto i veli dal suo nuovo business plan. Un piano aggressivo che ha da subito accolto i favori degli operatori con il titolo tra i più gettonati di giornata (+4,24%). Lottomatica prevede i principali indicatori economici in crescita a doppia cifra nei prossimi tre anni: i ricavi sono attesi nel 2008 tra i 1,95e i 2,05 miliardi, mentre nel 2010 raggiungeranno quota 2,40–2,50 miliardi, con un tasso di crescita annuo pari al 13% e al 15% rispetto ai dati dell’esercizio 2007. “Cresceremo in nuovi mercati e in nuovi canali distributivi tramite un mix di acquisizioni e innovazioni di prodotto”, ha dichiarato Jaymin Patel,
presidente della controllata GTech. Nuovamente effervescente il settore bancario promosso da Merrill Lynch a livello europeo a “neutral”.  E’ salito con decisione sopra quota 4,80 euro il titolo Unicredit (+1,74%), in evidenza anche Bpm (+5,12%), promossa da Dresdner Kleinwort da “reduce” a “hold”, anche se il target price è sceso da 9,1 a 8,7 euro per azione. Tra i migliori anche Fiat (+2,75%). Il titolo del Lingotto ha beneficiato, oltre dell’ennesima conferma da parte dell’a.d., Sergio Marchionne, delle sue intenzioni di rimanere a lungo al timone del gruppo, della forte crescita del gruppo in Brasile. A marzo sono state immatricolate 48.313 autoveicoli, con una crescita
del 23% rispetto al marzo 2007 e con un balzo del 31,6% se si considerano i primi 3 mesi del 2008. In affanno titoli difensivi quali le utilities: -1,36% per Terna e -1,63% per
A2A. Giù anche Geox (-2,62%), che in giornata ha riunito l’assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio. Tra le small cap è spiccato soprattutto il rush anche di As Roma (+17,56%). Sempre tra le testimonial calcistiche dopo avere arrancato questa mattina la Juventus ha chiuso in positivo (+1,42%) che in campionato è caduta a Palermo e ora è incalzata a 2 punti e a 6 dal Milan nella corsa per l’accesso in
Champions League.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura 4 aprile

Posted by 4trading su 4 aprile 2008

Saldo positivo per Piazza Affari, che è stata la più brillante delle Borse europee con il Mibtel in crescita dello 0,65% e lo S&P/Mib dello 0,73%. Sul listino delle blue chip ha spiccato Telecom (+2,46%), in vetta alla classifica dei titoli del settore in Europa, favorita dalla conclusione del road-show che ha impegnato il vertice negli Usa, con ultima tappa oggi in California. L’azione ha beneficiato anche dell’ipotesi di una
possibile revisione del piano industriale dopo le indiscrezioni di stampa su possibili sollecitazioni da parte dei piccoli azionisti.  Rimanendo nello stesso settore segnali di cedimento invece Tiscali (-0,28), dopo lo strappo della vigilia a seguito di ipotesi sulla cessione delle attività inglesi a Carphone. Si è distinta  anche Atlantia che ha concluso la seduta con un progresso del 2,02%, in attesa di novità da parte del governo sul fronte delle concessioni autostradali, mentre tra i bancari bene il Banco Popolare (+1,58), seguita da Mediolanum (+1,83%), il cui amministratore delegato Ennio Doris si è detto ”fiducioso” circa i risultati del primo trimestre dal momento che ”tenuto conto di quello che sta succedendo sui mercati, la nostra raccolta e’ positiva e questa ci rende
orgogliosi”.  Gli acquisti hanno sostenuto anche Unicredit (+0,92), e Bpm (+0,3%). Debole Fiat (-1,38%), che ha scontato, insieme ai rivali europei, la raccomandazione negativa sul settore auto espressa dall’agenzia internazionale di valutazione Standard & Poor’s, dopo che Goldman Sachs ha fatto lo stesso per l’Asia. La Borsa non ha fatto orecchio di mercato alla proposta arrivata dall’ex-presidente del Ubs Luqman Arnold che ha rivolto a Sergio Marchionne l’invito a lasciare il timone di Fiat per approdare nella banca elvetica.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura – 3 aprile

Posted by 4trading su 3 aprile 2008

(ASCA) – Roma, 3 apr – Piazza Affari chiude la seduta con una flessione dell’indice S&P/Mib dello 0,11%. Seduta prevalentemente tecnica e con qualche rotazione settoriale. Bene i difensivi, quali A2A (+2,6%), Atlantia (+2,5%), Snam (2,08%). Le ricoperture tecniche hanno insistito su Banco Popolare (+2,1%) e Seat (+2,4%). Tra i ciclici, positiva Fiat (+1,1%), realizzi su Stm (-4%). La lettera ha insistito soprattutto sui cementieri, Buzzi (-4,6%), Italcementi (-2,3%), dopo il recente rally. Realizzi molto
contenuti sui grandi titoli bancari.
Fuori dalle large cap 3 i temi sviluppati. Tiscali (+6,2%), la stampa inglese ha parlato di un interesse da parte di Carphone Warehouse Group per l’acquisto delle attivita’ inglesi. Ma alcune indiscrezioni accennano ad una lista di dieci pretendenti all’acquisto dell’isp sardo, disposti ad offrire fino a 3 euro per azione.
Fiera di Milano (+24%), sempre in scia all’assegnazione a Milano dell’Expo  2015 che portera’ nella citta’ milioni di visitatori.
Gemina (-9,29%), una flessione in relazione alla rottura delle trattative tra AirFrance ed Alitalia, ed il rischio che quest’ultima venga commissariata.  Gemina controlla Aeroporti
di Roma, che gestisce gli aeroporti di Ciampino e di Fiumicino.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura 2 aprile

Posted by 4trading su 2 aprile 2008

A Milano i fari del mercato sono rimasti su Alitalia (-5,66%), dove ha continuato a regnare sovrana l’incertezza in attesa che emergano novità dal confronto tra sindacati ed Air France-Klm. Al tavolo con le sigle sindacali, secondo quanto riferito da fonti sindacali presenti, il presidente di Air France-Klm, Jean-Cyril Spinetta, avrebbe ribadito la disponibilità ad una apertura su una maggiore spinta al rinnovo della flotta con un
impatto positivo sul numero di esuberi previsto per piloti e assistenti di volo. Inoltre sarebbe emersa la disponibilità ad inserire nella flotta due nuovi Boeing 777 già nel 2009 se ci saranno miglioramenti nel bilancio vicini al ritorno al pareggio.

Seduta da capogiro per Seat Pagine Gialle, che ha vissuto una seduta a singhiozzo – congelata al rialzo più volte, a causa di un rimbalzo tecnico. Da inizio anno l’azione
ha lasciato sul terreno circa il 50% del suo valore. A fine giornata le azioni del gruppo hanno segnato un rialzo pari al 14,74%, con densi volumi scambiati. Seduta all’insegna dei guadagni per i bancari che hanno proseguito con la buona intonazione della seduta precedente con Unicredit (+4%), Intesa SanPaolo (+3%), Mps (+1,61%) e Mediobanca (+1,79%) in prima linea. Novità in casa Edison (+1,25%), il cui consiglio d’amministrazione, nominato dall’assemblea odierna del gruppo di Foro Buonaparte, ha confermato ai vertici il presidente Giuliano Zuccoli e l’amministratore delegato Umberto Quadrino. Ancora su di giri nelle retrovie Fiera Milano (+33%), congelata al rialzo per aver strappato il 21,37 per cento, in scia alla vittoria di Milano su Smirne per l’Expo 2015. Segno meno per Italcementi (-0,96%), che attraverso la sub-holding Ciments
Francais ha finalizzato la vendita delle proprie attività in Turchia alla società Sibirskiy Cement per un totale di 600 milioni di euro. In tal modo, Italcementi diventerà azionista
del gruppo russo, secondo produttore di cemento nel paese dell’Est.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura 1 aprile

Posted by 4trading su 1 aprile 2008

(ASCA) – Roma, 1 apr – Riscossa per i mercati azionari con consistenti rialzi. A Milano l’indice Mibtel guadagna il 2,59% e l’indice S&P Mib il 2,70%. A guidare i rialzi il comparto dei bancari che era stato il piu’ penalizzato dalla crisi dei mutui.
Dai mercati sembra emergere il segnale che il peggio e’ ormai alle spalle, sancito dalle nuove svalutazioni annunciate oggi da UBS e Deutsche Bank.
Tornando a Piazza Affari, la seduta ha offerto diversi spunti operativi. Olte alla riscossa dei bancari l’effetto dell’Expo a Milano. Fiera Milano, dopo una serie di sospensioni per eccesso di rialzo, ha terminato la seduta con un balzo del 27%. In grande evidenza anche i titoli dell
comparto costruzioni e dell’immobiliare per le ricadute dell’Expo. Italcementi ha messo a segno un balzo superiore al 6%, cosi’ come Astaldi, Buzzi e Vianini Lavori +5%, Cementir
+4,45%. Le migliori performance sono state tuttavia dei bancari con Bpm +7,65%, Banco Popolare +7,60%, Unicredit in rialzo di quasi il 7%, Intesa Sanpaolo +4%, Mediobanca e MPS con progressi superiori al 3%. Sempre tra le blue chip progressi consistenti per Luxottica (+6,59%), Fondiaria-Sai e Telecom che hanno sfiorato il 6%.
Restano ben comprate le Alitalia che hanno guadagnato oltre il 10% alla vigilia del giorno decisivo per un accordo con Air France.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura 31 marzo

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Roma, 31 mar – Indici contrastati in chiusura a Piazza Affari in una giornata caratterizzata dalla debolezza del comparto bancario sul listino principale. L’indice Mibtel
ha terminato la giornata in progresso dello 0,21% a 24.259 punti mentre lo S&P Mib ha ceduto lo 0,25% a 31.616 punti. Pari a circa 2,9 miliardi di euro il controvalore degli scambi. Tra le blue chips sotto tiro Banco Popolare che, dopo aver rivisto gli obiettivi di bilancio, lascia sul terreno il 9,05% a 10,49 euro. Nel settore male anche Popolare Milano (-2,06%), Mediobanca (-1,14%), Unicredit (-0,93%), Intesa Sanpaolo (-0,73%) ed Banca MPS (-0,60%). Ancora una giornata sulle montagne russe per Alitalia che, nel giorno del vertice tra il numero uno di Air France, Jean-Cyril Spinetta, e i sindacati e’ stata sospesa piu’ volte per eccesso di rialzo per poi chiudere in progresso del 19,40% a 0,48 euro.
In deciso rialzo anche Impregilo che, sui nuovi investimenti negli Stati Uniti, guadagna il 5,16%. Al traino Italcementi che mette a segno un progresso del 4,87%. Molto positive anche le Fiat che, sulla conferma dei target 2008, guadagnano il 3,23% a 14,65 euro.
Da segnalare, fuori dal listino principale, Fiera Milano che balza di oltre 18 punti percentuali in attesa dell’assegnazione della sede dell’Expo 2015.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura del 28 marzo

Posted by 4trading su 28 marzo 2008

Piazza Affari ha allungato il passo nel pomeriggio in linea anche agli altri mercati europei tagliando il traguardo di fine settimana in territorio leggermente positivo. Il Mibtel ha
chiuso le contrattazioni in progresso dello 0,06% a 24.208 punti, mentre lo S&P/Mib è salito dello 0,09% a 31.696.  Seduta campale per Alitalia sempre sospesa al ribasso, con perdite
teoriche prossime ai 30 punti percentuali e scambi nella mattinata pari a solo 7,9 di pezzi, tra una sospensione e l’altra. Il mercato ha reagito alla presentazione del nuovo piano di Air France-Klm, dopo i forti rialzi dei giorni scorsi anche influenzati dall’attesa di una possibile cordata alternativa. La proposta arrivata nella notte dal vettore francese non ha impresso la svolta sperata.  Prese di beneficio si sono registrate su Impregilo (-2,12%), dopo il balzo della vigila sulla decisione della Cassazione di far ridurre il sequestro disposto nei confronti del gruppo e legato all’indagine sui rifiuti in Campania. Ben impostata anche Lottomatica, con rialzi del 6,88%. Denaro su Fastweb (+3,3%) e Luxottica (+1,9%). In evidenza Fiat (+3,77%), che ha riacciuffato la soglia psicologica dei 14 euro, mentre bel balzo in avanti per il Banco Popolare che dopo una fiammata nel pomeriggio sulla voce di mercato delle imminenti dimissioni di Fabio Innocenti è rientrato alle contrattazioni di Borsa, dopo una sospensione al rialzo, e ha chiuso in progresso del 4,8% a 11,55 euro. 

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura – 27 marzo

Posted by 4trading su 27 marzo 2008

Piazza Affari ha archiviato la seduta in corsa arrotondando ulteriormente i rialzi della mattina: il Mibtel ha guadagnato l’1,46% a 24.193 punti mentre lo S&P/Mib ha guadagnato l’1,24% a 31.669 punti. Anche i dati macroeconomici arrivati da Oltreoceano questo pomeriggio non hanno disturbato la performance dei listini continentali. Il dato sul prodotto interno lordo statunitense nel quarto trimestre del 2007 cresciuto dello 0,6%, in base alla lettura finale che conferma la precedente, è risultato in linea con le previsioni degli analisti. A Milano è stata ancora la giornata di Alitalia (+10%) nuovamente al centro dei giochi della speculazione. Tra le blue chip in evidenza anche Unipol (+4,36%) che ha sfruttato la buona intonazione degli assicurativi in Europa grazie ai conti di Swiss Life. In evidenza anche Impregilo (+18%) dopo le richieste del sostituto procuratore della Cassazione che ha avanzato la richiesta di dissequestrare 500 dei 750 milioni di euro congelati alla società nell’ambito dell’inchiesta sui rifiuti in Campania. Spunto positivo anche Seat (+3,58%), Prysmian (+5,55%) e Buzzi Unicem.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura – 26 marzo

Posted by 4trading su 26 marzo 2008

Sul listino delle 40 blue chip italiane riflettori ancora puntati su Alitalia, che, dopo numerose sospensioni dalle contrattazioni per eccesso di rialzo, ha terminato con una fiammata del 27,79% a 0,585 euro. “La cordata italiana non è qualcosa di campato in aria. Oggi ci sono alcuni nomi di imprenditori importanti, che non faccio per ragioni di riservatezza, ma che tra qualche giorno verranno conosciuti da tutti, perché faranno certamente una loro offerta impegnativa”. Si è aspresso così, secondo quanto riportato dall’agenzia Asca, il leader del Pdl, Silvio Berlusconi, nel pomeriggio sulla delicata questione della cordata italiana che potrebbe sfidare Air France per la conquista del vettore italiano. In forte rialzo sull’S&P anche Impregilo, che ha chiuso a 2,81 euro con un progresso di quasi il 10%. Dopo che intorno a metà pomeriggio aveva praticamente azzerato i guadagni, il titolo del gruppo attivo nel settore delle costruzioni ha ripreso tono soprattutto sul finale. Merito soprattutto, oltre che della recente commessa vinta oltreoceano, dei conti finanziari del 2007 che hanno mostrato ricavi pari a 2.626,9 milioni di euro, sostanzialmente allineati ai 2.630,9 milioni di euro dell’esercizio
precedente, e un risultato netto positivo per 40,8 milioni rispetto ai 141,5 milioni del corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Rialzi sostanziosi anche per Mondadori (+4,39%) e Fastweb (+4,31%). Per contro, si segnala la debolezza di Fondiaria-Sai (-4,44%), che durante la giornata ha alzato il velo sui conti del 2007, che hanno messo in luce un utile netto di 620,1 milioni di euro, in crescita del 3,2% dai 600,8 milioni di euro nel 2006, nonché una raccolta premi complessiva lorda di 11.882,3 milioni di euro, in progresso del 19,1% rispetto all’esercizio precedente. Il consiglio di amministrazione del gruppo assicurativo che fa capo alla famiglia Ligresti ha inoltre deliberato di proporre all’assemblea degli azionisti, convocata per il 22 aprile 2008, la distribuzione di un dividendo di 1,1 euro per le azioni ordinarie (+10%) e di 1,152
euro per le risparmio (+9,5%). Non solo, ma FonSai ha comunicato che la compagnia e le società del gruppo non presentano alcuna esposizione in qualità di erogatori dei mutui cosiddetti subprime, né di investitori a rischio proprio, né di gestori di prodotti finanziari aventi come attività sottostante detti mutui. Deboli anche Autogrill (-3%), Finmeccanica
(-2,71%) e StMicroelectronics (-2,51%). Su quest’ultima gli analisti di Ubs hanno tagliato la valutazione a 7,5 euro da 9,4 euro. 

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura 25 marzo

Posted by 4trading su 25 marzo 2008

Giornata più che positiva per le Piazze azionarie del Vecchio continente, che hanno effettuato un vero e proprio rimbalzo dopo il profondo rosso delle sedute pre-pasquali. E a spingerle in territorio negativo non è bastato il dato a stelle e strisce giunto nel pomeriggio italiano sulla fiducia dei consumatori riferita al mese di marzo, dato che non solo è scivolato ai minimi dei cinque anni ma è anche stato nettamente alle aspettative. Il motivo, come hanno messo in luce alcuni operatori, è che il dato testimonia un qualcosa che sarebbe già nei prezzi: la recessione oltreoceano. In Italia, così, in
questa prima sessione di Borsa post-festiva, il Mibtel è salito del 3,58% a 23.941 punti, mentre l’S&P/Mib40 ha fatto segnare un progresso del 3,56% a 31.453 punti.

A Piazza Affari a catalizzare l’attenzione – ma per i sostanziosi guadagni messi a segno – è stato ancora una volta il titolo Alitalia, che ha terminato con un progresso del 33,42% a 0,4615 euro. I riflettori erano tutti puntati sul tavolo di trattative tra il numero uno di Air France – Klm, Jean Cyril Spinetta, il presidente della compagnia di bandiera, Maurizio Prato, e le nove sigle sindacali e professionali della società di via della Magliana, per discutere del piano messo a punto dai francesi. In particolare, secondo quanto trapelato da fonti sindacali, nel corso dell’incontro Spinetta avrebbe annunciato per venerdì prossimo alle ore 12.00 un nuovo documento da cui partire per le trattive con i sindacati sull’offerta per Alitalia. Sembra infatti che ci sia apertura da parte del gruppo d’oltralpe sulla possibilità di riportare nel perimetro del gruppo della Magliana le attività di handling. “Credo nella crescita di Alitalia – avrebbe anche affermato Spinetta – e se così non fosse non rischierei manco un centesimo”.

In questo martedì di Piazza affari gli acquisti hanno riguardato in modo particolare anche il titolo Unipol, che ha chiuso in ascesa del 12,48% a 1,866 euro. A entusiasmare il mercato sono stati i dati finanziari resi noti dal gruppo assicurativo alla fine della settimana scorsa. Gli analisti di Euromobiliare ne hanno subito approfittato per alzare il rating su Unipol a “buy” con prezzo obiettivo di 2,46 euro per le azioni ordinarie e 2,22 euro per le privilegiate. Denaro anche sul settore del lusso e soprattutto su Bulgari, che ha preso poco più dell’8%, posizionandosi a 7,48 euro. Bene anche Telecom Italia, che è riuscita a riportarsi sopra la barriera posta a 1,30 terminando a 1,343 euro, con una fiammata di oltre il 10 per cento. Pecora nera dell’S&P/Mib40 Seat pagine gialle, che ha chiuso con un calo superiore al 2%, che si va ad aggiungere alle forti perdite dei giorni scorsi. Infine, sul listino si segnala l’exploit di Risanamento, che ha preso quasi il 20% a 1,699 euro. Secondo indiscrezioni di stampa, potrebbe essere Tommaso Pompei il manager esperto da integrare nel consiglio di amministrazione del gruppo immobiliare per rafforzare le competenze professionali nel mutato contesto dei mercati.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura 20 marzo

Posted by 4trading su 20 marzo 2008

Ultima seduta dell’ottava pre-pasquale in decisa flessione per gli indici milanesi che hanno pagato sin dai primi scambi della giornata la pesante chiusura di Wall Street di mercoledì. L’S&P/Mib ha archiviato la giornata a quota 30.371 punti, in flessione dell’1,63% e sui nuovi minimi da inizio anno. 

Nuovo exploit di Alitalia (+13,27% a 0,35 euro) ma con guadagni più che dimezzati nell’ultima ora di contrattazioni. L’entusiasmo creato dalle parole del candidato premier del Pdl, Silvio Berlusconi, che ha ribadito l’imminente arrivo di una nuova cordata tutta italiana per il salvataggio di Alitalia, è stato in parte placato nel tardo pomeriggio da
quanto affermato dal numero uno di Intesa Sanpaolo Corrado Passera e dal ministro dell’Economia, Tommaso Padoa-Schioppa. Il primo ha rimarcato come non ci siano i presupposti per fare un’offerta senza una due diligence, mentre Padoa Schioppa ha
detto che “i tempi ormai strettissimi sono dettati dalla condizione della compagnia e non possono dipendere dal calendario politico”. “Servono offerte formali e concrete,
altrimenti si distrugge una possibilità di vendita anziché costruirne una nuova”, ha concluso Padoa Schioppa. In difficoltà i titoli del comparto finanziario con Unicredit
(-4,48%) e Banco Popolare (-4,06%) tra i più penalizzati anche alla luce del taglio di valutazione deciso su entrambe da parte di Morgan Stanley. In controtendenza nel settore Intesa Sanpaolo (+2,34%), prima colpita da forti vendite (toccato minimo a 3,96 euro) al momento dell’uscita dei conti nel primo pomeriggio dei risultati 2007, per poi recuperare gradualmente e chiuder in deciso rialzo. Per quanto concerne la quarta
trimestrale, ha deluso il dato dell’utile netto consolidato di 395 milioni di euro rispetto agli 896 milioni del quarto trimestre 2006. Dato che ha inciso sull’intero utile 2007
salito a oltre 7,2 miliardi di euro ma sotto il consensus di 8,17 mld. Nel corso della conferenza stampa, L’a.d. del gruppo Corrado Passera ha rimarcato come il suo gruppo sarà meno colpito di altri dalla crisi finanziaria ed è pronto a sfruttare possibili occasioni per acquisizioni che si potrebbero presentare sul mercato. Tra le mid cap in forte
crescita anche Tiscali (+12,52%) dopo che l’isp sardo ha dato mandato al management di nominare gli advisor per la cessione.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Commento di chiusura del 19 marzo

Posted by 4trading su 19 marzo 2008

(ASCA) – Roma, 19 mar – Seduta particolarmente nervosa in Piazza degli Affari, che conclude con gli indici in ribasso: Mibtel (-2%), SPMib (-1,9%). Le quotazioni appaiono sempre piu’ volatili, anche a causa dell’avvicinarsi delle festivita’ che spingono a chiudere le posizioni. Particolarmente volatili le Alitalia, che parevano destinate
all’ennesimo crollo salvo chiudere con un balzo dell’8% alla notizia che domani il cda si riunira’. Molto sacrificate le Seat PG (-18%) dopo la diffusione dei risultati 2007 e
l’annuncio che non vi sara’ un dividendo. Male anche le Telecom Italia (-5%) su un report di Merrill Lynch, che ha suscitato nuovi timori di un aumento di capitale. Giu’ di conseguenza i titoli di TIMedia (-8%) su voci di una sua possibile vendita. Tra i bancari, oggi cedono le Intesa Sanpaolo (-4%) dopo un taglio del target price da parte della Dresdner. Deboli anche le Unicredit e le Popolare di Milano. Ribassi diffusi tra i peroliferi: Eni (-1,9%), Saipem (-0,9%), Tenaris (-3%). In netta controtendenza le Pirelli & C. guadagnano il 6%, mentre le Fiat salgono di quasi un punto, ma meno del comparto automobilistico in Europa. Bene
Mondadori e Parmalat.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »