4trading (www.4trading.it)

analisi di borsa

Archive for the ‘cattolica’ Category

Cattolica: sintesi dei dati e dividendo a 1.55€

Posted by 4trading su 14 marzo 2008

Cattolica Assicurazioni ha realizzato nell’esercizio 2007 un utile netto pari a 46 milioni di euro e una raccolta premi di 3,674 miliardi. Il consiglio di amministrazione proporrà alla prossima assemblea la distribuzione di un dividendo di 1,55 euro.

Posted in cattolica | Leave a Comment »

Partnership tra Azimut e Cattolica nel settore investiment.

Posted by 4trading su 12 marzo 2008

Azimut Holding e Cattolica Assicurazioni hanno firmato in data odierna una lettera di intenti per l’acquisizione da parte di Azimut del 14,99% del capitale sociale della SIM di distribuzione Cattolica Investimenti Sim, interamente detenuta da società del Gruppo Cattolica Assicurazioni.
Il controvalore dell’operazione, per il 14,99%, è stato fissato in massimi euro 448 mila; la sottoscrizione del contratto di compravendita è prevista entro il mese di marzo, con efficacia soggetta al preventivo ottenimento del nulla osta da parte della Banca d’Italia. Il prezzo esatto verrà definito alla data di esecuzione della compravendita in funzione del patrimonio netto contabile e delle masse in gestione della SIM alla suddetta data.
Dopo la collaborazione nel campo dei prodotti previdenziali, con questo accordo Azimut e Cattolica danno avvio ad una ulteriore collaborazione che, basandosi sulle reciproche expertise, consentirà lo sviluppo e la distribuzione di prodotti di risparmio gestito e assicurativi e contribuirà al rilancio di Cattolica Investimenti Sim, che trova in Azimut un partner indipendente per lo sviluppo della propria attività.

Posted in Azimut, cattolica | Leave a Comment »

Cattolica Assicurazioni: buy back al 2% del capitale

Posted by 4trading su 6 marzo 2008

Il CdA ha deliberato la proposta, da sottoporre all’assemblea, di acquistare sino al 2% del capitale. L’impatto della notizia sui prezzi sara’ modesto.

Posted in cattolica | Leave a Comment »

Cattolica Assicurazioni: analisi grafica

Posted by 4trading su 1 marzo 2008

image

Il grafico evidenzia che le quotazioni si stanno muovendo all’interno di un triangolo prossimo la cui ampiezza si e’ via via ridotta. Allo stato attuale, gli indicatori segnalano la possibilita’ di una correzione che potrebbe riportare al raggiungimento di area 28.25 euro. Consigliamo di non acquistare e di procedere ad acquisti al raggiungimento di area 28,2 euro.

 

google Tag di : ,

Posted in cattolica | Leave a Comment »

Raccomandazioni analisti – Cattolica

Posted by 4trading su 30 gennaio 2008

Intermonte conferma il rating underperform con target abbassato da 33 a 28.50€

image

Posted in cattolica | Leave a Comment »

Cattolica: conference call

Posted by 4trading su 29 gennaio 2008

(ASCA) – Milano, 29 gen –  Cattolica Assicurazioni intende puntare su nuove acquisizioni e partnership, e lo fara’ ”entro il primo semestre” del 2008. A garantirlo e’ stato questa mattina il dg della compagnia assicurativa di Verona, Giovan Battista Mazzucchelli, durante la presentazione alla comunita’ finanziaria del piano strategico 2008-2010.
”Abbiamo un’eccedenza di capitale – ha annunciato il manager – che ci permette di cogliere in futuro tutte le opportunita”’.
In particolare, ha aggiunto, ”siamo impegnati nella ricerca selettiva di acquisizioni e partnership. Abbiamo delle pratiche sul tavolo e prevediamo di chiudere alcune di queste abbastanza rapidamente”. Parte di queste operazioni, ha aggiunto Mazzucchelli, sono destinate a concretizzarsi ”entro il primo semestre”, e avverranno ”solo in Italia”, considerato che al momento su questo capitolo ”c’e’ un progetto abbastanza maturo”. La liquidita’ a disposizione della compagnia e’ pari a 300 milioni, secondo i criteri Isvap, ma l’intenzione e’ quella di metter mano solo a 100 milioni per mantenere il rating A sancito da Standard & Poor nei confronti di Cattolica. Ma, a seconda delle ”opportunita’ che si presenteranno”, il management della compagnia non esclude l’eventualita’ di un aumento di
capitale.
Soddisfazione, poi, per l’accordo stretto con Banca Popolare di Vicenza dopo la conclusione non felice di quello con Popolare Verona: ”Stiamo procedendo molto bene – ha commentato Mazzucchelli – e in agenda ci sono una serie di incontri e scambi di manager nella sede in cui stiamo insieme”. Quanto, infine, alla strategia con Mafre, la compagnia spagnola socia di Cattolica con una quota dell’8,5%, ”e’ un nostro azionista storico. Con Mafre stiamo valutando una serie di opportunita”’.
Smentita dal manager l’intenzione della compagnia spagnola di aumentare la propria partecipaizione in Cattolica fino al 15% del capitale: ”Mafre – ha assicurato Mazzucchelli – restera’ nel nostro azionariato nella stessa misura. Siamo il miglior cliente di Mafre nel comparto assicurativo. Sono ottimista – ha concluso –  su questo tipo di rapporto che durera’ ancora nel tempo”.

Posted in cattolica | Leave a Comment »

Cattolica: preconsuntivo 2007 e piano industriale 2008

Posted by 4trading su 29 gennaio 2008

AL VIA IL PIANO STRATEGICO 2008-2010: IL GRUPPO VERSO UN’ALTA REDDITIVITA’ INDUSTRIALE
– Focus sulla generazione di valore industriale
– Semplificazione della struttura societaria del Gruppo e razionalizzazione della base costi
– Rafforzamento e sviluppo della capacità distributiva
– Evoluzione delle politiche di investimento
– Struttura efficiente del capitale ed evoluzione di sistemi e processi di enterprise risk management

I PRINCIPALI TARGET AL 2010
– Raccolta premi consolidata a 5 miliardi (CAGR 2007-2010: ~10,6%)
– Premi danni a 1,9 miliardi (CAGR 2007-2010: ~7%)
– Premi vita a 3,1 miliardi (CAGR 2007-2010: ~13,1%)
– Combined ratio al 93,7%
– Utile consolidato a 204 milioni
– Utile netto di Gruppo a 180 milioni

Il Gruppo Cattolica punta a raggiungere maggiori e crescenti margini di redditività attraverso l’incremento di efficacia ed efficienza delle attività industriali, la forte razionalizzazione della struttura societaria e di costo, lo sviluppo di nuove iniziative di rafforzamento della capacità distributiva di Gruppo, l’evoluzione delle politiche di investimento e l’attenzione al mantenimento di una struttura efficiente del capitale, con il presidio degli attuali livelli di rating e la progressione delle attività di enterprise risk management. Lo sviluppo del piano poggia anche sulle molteplici azioni già avviate nel corso del 2007.

Questi in sintesi i tratti essenziali del nuovo

Piano strategico 2008-2010 del Gruppo Cattolica, approvato ieri sera dal Consiglio di Amministrazione presieduto da Paolo Bedoni dopo aver analizzato i dati di preconsuntivo 2007.

Preconsuntivo 2007

I premi danni si attestano a 1,53 miliardi, in calo del 4,1%, in seguito ad azioni di riforma del portafoglio nel ramo Auto. I rami elementari risultano invece in crescita del 4,1%, in linea con il mercato. La raccolta vita si attesta a 2,13 miliardi, in calo principalmente a seguito della cessazione dell’accordo con il Gruppo Banco Popolare, mentre sull’anno appena chiuso non ha potuto dispiegare appieno le proprie potenzialità il nuovo accordo strategico con la Banca Popolare di Vicenza.

Si conferma in positivo l’inversione di tendenza dei risultati industriali: il combined ratio è in sensibile riduzione da 109 a 104,2% sul lavoro diretto, come pure il rapporto sinistri a premi che è in miglioramento strutturale da 84,1 a 76,3%.

Il risultato consolidato mostra una contrazione, per effetto di una significativa riduzione dei proventi straordinari netti (che nel 2006 erano ammontati a 185 milioni), e per l’apparire di oneri non ripetibili, fra cui in particolare la

spesatura delle provvigioni di preconto, a seguito della entrata in vigore del Decreto Bersani, che incide per 32 milioni.

Tenuto conto di tali oneri non ripetibili, il risultato consolidato è previsto attestarsi a 45 milioni. Tutto quanto sopra, oltre a porre solide basi per la sostenibilità dei risultati futuri,

consente di mantenere inalterata la politica dei dividendi del Gruppo. In considerazione del percorso avviato che proseguirà secondo le direttrici del Piano, si ritiene infatti che sarà possibile proporre alla prossima Assemblea dei soci la distribuzione di un dividendo per azione invariato rispetto a quello dello scorso esercizio.

Piano Strategico 2008-2010

Il Piano strategico, che sarà

presentato oggi alle 11.00 alla comunità finanziaria ed alla stampa dal Direttore Generale Giovan Battista Mazzucchelli, prevede i seguenti

target consolidati al 2010:

Utile netto consolidato 204 milioni

Utile netto di Gruppo 180 milioni

Redditività tecnica dei rami danni in progressivo miglioramento:

o

combined ratio1 al 93,7%;

o

rapporto sinistri a premi1 al 71%;

o

rapporto altre spese di amministrazione su premi1 al 5%.

La raccolta premi è prevista aumentare da 3,7 miliardi del preconsuntivo 2007 a 5,0 miliardi al 2010 registrando una crescita media annua di circa il 10,6%. La composizione del portafoglio consolidato al 2010 prevede 1,9 miliardi nei rami danni (con un tasso medio di crescita del 7%, grazie, in particolare, al contributo di canali diversi dall’agenziale tradizionale) e 3,1 miliardi nei rami vita (con una crescita media del 13,1% grazie principalmente all’andata a regime degli accordi già sottoscritti).

Dal punto di vista industriale, il Piano si sviluppa lungo cinque direttrici:

1.

Miglioramento della gestione tecnica, attraverso l’attento monitoraggio della redditività del portafoglio auto, l’evoluzione e l’affinamento delle capacità di pricing dei rischi, la razionalizzazione e l’evoluzione del portafoglio prodotti rami elementari retail ed il rafforzamento della performance di gestione dei sinistri in ottica di servizio alla clientela e riduzione complessiva della spesa;

2.

Razionalizzazione della struttura societaria e riduzione dei costi, grazie al completamento del riassetto societario del Gruppo e l’ultimazione dell’integrazione organizzativa, operativa ed informatica delle strutture;

3.

Rafforzamento della capacità distributiva, grazie al rilancio della capacità di vendita di prodotti vita e previdenza delle reti agenziali, la massimizzazione delle opportunità offerte dai canali di bancassicurazione e dalle correlate importanti partnership, il rafforzamento delle potenzialità distributive nei rami danni attraverso lo sviluppo selettivo del canale agenziale tradizionale, la focalizzazione sul potenziale della bancassicurazione danni e la leva sulle opportunità offerte dalle discontinuità normative mediante lo sviluppo di un canale plurimandatario;

4.

Evoluzione delle politiche di investimento, attraverso un attento ampliamento delle asset class utilizzate, con un re-ingresso nel settore immobiliare, e politiche di asset allocation orientate al medio-lungo periodo per i portafogli vita e ad una gestione attiva del rischio con target di breve e stop loss (“risk budgeting”) per i portafogli danni;

5.

Mantenimento di una struttura efficiente del capitale, coerente con un livello di rating in area singola A e, nel contempo, con una remunerazione per gli azionisti progressivamente crescente, facendo leva sulla elevata flessibilità della struttura finanziaria del Gruppo ed anche grazie alla prosecuzione del processo di implementazione di strutture, tecniche e sistemi di Enterprise Risk Management, già intrapreso nel corso del 2007.

Le slide della presentazione saranno disponibili sul sito internet della società, nella sezione “investor relations”, a partire dalle ore 10.30 di oggi.

Posted in cattolica | Leave a Comment »