4trading (www.4trading.it)

analisi di borsa

Archive for 31 marzo 2008

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

-8

WWW.4TRADING.IT

Annunci

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Intesa: incassa 367 mln di euro per la vendita di una partecipata

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Roma, 31 mar – Intesa Sanpaolo ha esercitato l’opzione put nei confronti di Caisse Nationale des Caisses d’Epargne (CNCE) relativamente all’intera partecipazione del
36,36% detenuta in Banque Palatine al prezzo di 367,4 milioni di euro.
Lo annuncia Intesa Sanpaolo in una nota ricordando che tale opzione era inclusa negli accordi siglati al momento della cessione da parte di Sanpaolo IMI a CNCE del 60% di Banque Sanpaolo (ridenominata poi Banque Palatine) finalizzata nel dicembre 2003.
”L’operazione – prosegue il comunicato – ha effetti sostanzialmente neutri sul conto economico consolidato di ISP, dato l’allineamento al fair value dell’interessenza in sede di fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo IMI”.

Posted in intesa | Leave a Comment »

Commento di chiusura 31 marzo

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Roma, 31 mar – Indici contrastati in chiusura a Piazza Affari in una giornata caratterizzata dalla debolezza del comparto bancario sul listino principale. L’indice Mibtel
ha terminato la giornata in progresso dello 0,21% a 24.259 punti mentre lo S&P Mib ha ceduto lo 0,25% a 31.616 punti. Pari a circa 2,9 miliardi di euro il controvalore degli scambi. Tra le blue chips sotto tiro Banco Popolare che, dopo aver rivisto gli obiettivi di bilancio, lascia sul terreno il 9,05% a 10,49 euro. Nel settore male anche Popolare Milano (-2,06%), Mediobanca (-1,14%), Unicredit (-0,93%), Intesa Sanpaolo (-0,73%) ed Banca MPS (-0,60%). Ancora una giornata sulle montagne russe per Alitalia che, nel giorno del vertice tra il numero uno di Air France, Jean-Cyril Spinetta, e i sindacati e’ stata sospesa piu’ volte per eccesso di rialzo per poi chiudere in progresso del 19,40% a 0,48 euro.
In deciso rialzo anche Impregilo che, sui nuovi investimenti negli Stati Uniti, guadagna il 5,16%. Al traino Italcementi che mette a segno un progresso del 4,87%. Molto positive anche le Fiat che, sulla conferma dei target 2008, guadagnano il 3,23% a 14,65 euro.
Da segnalare, fuori dal listino principale, Fiera Milano che balza di oltre 18 punti percentuali in attesa dell’assegnazione della sede dell’Expo 2015.

Posted in commento di chiusura | Leave a Comment »

Accordo in esclusiva tra Elica ed Artemide

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

Artemide, società attiva nel settore dell’illuminazione residenziale e professionale d’alta gamma, ha siglato un accordo triennale in esclusiva con il gruppo Elica, leader mondiale nella produzione di cappe aspiranti. Stando a quanto si apprende in una nota stampa, Artemide si occuperà del design, della produzione e della commercializzazione di tutti i modelli della linea, mentre Elica fornirà la tecnologia sviluppata per l’aspirazione e la purificazione dell’aria. La presentazione in anteprima al pubblico è prevista al salone light+building di Francoforte e al Salone del mobile di Milano, mentre la distribuzione avverrà dal prossimo autunno nei mercati europei e dal 2009 negli altri mercati.

Posted in elica | Leave a Comment »

Expo a Milano: 86 voti contro 65 a favore del capoluogo lombardo

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Parigi, 31 mar – Con 86 voti, Milano si e’ aggiudicata l’Expo 2015. Lo ha deciso il Bureau International des Exposition, riunito a Parigi. Per Smirne hanno votato
invece 65 delegati.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Expo a Milano

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Pasta e pane: l’ennesima speculazione

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Roma, 31 mar – Il prezzo del grano crolla e scende al valore piu’ basso degli ultimi due mesi con quotazioni di 0,24 euro al chilo in calo del 27 per cento rispetto al massimo storico al Chicago Board of Trade, che rappresenta il punto di riferimento del commercio internazionale delle materie prime agricole. Lo rende noto la Coldiretti nel sottolineare che il prezzo del grano ha raggiunto un prezzo di 9,89 dollari per bushel (pari a 27,2 chili), nel giorno in cui l’Istat ha divulgato i dati sull’inflazione con il pane che ha subito un rialzo del 13,2 per cento a marzo. Mentre il prezzo del grano e’ fissato quotidianamente dal Chicago Board of Trade e praticamente non varia da Paese a Paese il prezzo medio del pane – sottolinea la Coldiretti – raddoppia tra Napoli (1,90 euro/chilo) e Milano (3,56 euro/chilo) mostrando un forte variabilita’ nelle diverse citta’ con valori che variano tra i 3,45 euro al chilo a Bologna, 2,55 euro al chilo a Palermo, 2,43 a Torino, 2,26 a Roma e 2,20 a Bari.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Fisco: altro boom di entrate per il 2008

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Roma, 31 mar – Ancora risultati positivi per le entrate, nonostante il forte rallentamento dell’economia italiana. A marzo sono cresciute del 10,1% mentre nel
trimestre sono aumentate dell’8,4%. E tale andamento, sottolinea un comunicato, segnala che – se verra’ mantenuta la politica del recupero dell’evasione e dell’elusione fiscale – anche nei prossimi mesi le entrate rispetteranno le stime per il 2008 e l’anno si potra’ chiudere con un possibile extragettito.

(ASCA) – Roma, 31 mar – In particolare, precisa il comunicato, l’ammontare dei versamenti effettuati a marzo dal settore privato con il modello F24 e relativi alle entrate tributarie dello Stato e’ cresciuto del 7 per cento rispetto allo stesso mese del 2007 (20,4 miliardi di euro contro i 19,1 del 2007), periodo in cui fu gia’ messo a segno un recupero di imponibile rispetto al 2006.
L’ammontare complessivo dei versamenti (entrate tributarie statali, contributi previdenziali e entrate locali) e’ cresciuto a marzo del 10,1 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno. In termini assoluti, i versamenti sono ammontati a 29,9 miliardi di euro contro i 27,1 dello scorso anno.
Da gennaio a marzo, le entrate tributarie dello Stato sono cresciute del 5,6 percento (60,1 miliardi contro i 56,9 del 2007) rispetto al primo trimestre del 2007. Nello stesso periodo, l’ammontare complessivo dei versamenti effettuati dal settore privato con il modello F24
(entrate tributarie erariali, contributi previdenziali, entrate locali) e’ cresciuto dell’8,4 per cento rispetto al 2007 (98,9 miliardi di euro contro 91,3).
Questi risultati vanno ben al di sopra dell’andamento atteso per tutte la maggiori variabili macroeconomiche, e sono stati raggiunti nonostante la manovra finanziaria per il 2008 prevedesse una riduzione netta delle entrate dovuta a precisi provvedimenti e stimata in circa 3 miliardi di euro.
L’andamento dei versamenti F24 per i primi tre mesi dell’anno conferma dunque che le entrate rispetteranno le stime per il 2008 anche se la crescita dell’economia sara’ meno della meta’ di quella prevista a settembre e, soprattutto, che anche il 2008 si potra’ concludere con la registrazione di un possibile extragettito, se il prossimo governo manterra’ ferma la linea del recupero del reddito imponibile evaso o eluso, linea seguita fino ad oggi e che vede concretamente entrare in vigore nel 2008 alcune delle misure piu’ importanti varate dal governo, come l’elenco clienti-fornitori o la responsabilita’ congiunta per il pagamento dei contributi previdenziali relativi ai dipendenti tra appaltatore e appaltante.
Piu’ in particolare, in relazione alle singole imposte, le ritenute sui redditi delle persone fisiche (Irpef) sono cresciute nel primo trimestre del 2008 dell’8,9 percento (24,2 miliardi contro i 22,2 dello stesso periodo 2007).
Questo risultato e’ avvenuto grazie soprattutto ad alcuni rinnovi contrattuali, al proseguimento dei fenomeni di emersione del lavoro nero e di nuovo reddito imponibile.
L’ammontare dei versamenti relativi all’Ires (societa’) e’ cresciuto nel primo trimestre 2008 del 42 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (1,5 miliardi di
euro contro l’1,09 del 2007).
Sempre da gennaio a marzo gli incassi relativi all’Irap sono cresciuti del 17,6 per cento rispetto al primo trimestre 2007 (647 milioni contro i 550 del 2007).
Le accise sui prodotti petroliferi (le accise sono calcolate sulla quantita’ di litri venduti e non sul prezzo) sono cresciute del 2,7 percento, dopo aver registrato variazioni negative nel corso del 2007. Anche il gettito dell’IVA sugli scambi interni, che negli ultimi mesi aveva risentito del forte rallentamento dell’economia, ha messo a segno a marzo un andamento positivo (in marzo la crescita e’ stata del 2,3 percento rispetto al marzo del 2007, nel primo trimestre la crescita e’ stata dello 0,9 per cento).

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

BCE: per l’ufficio studi di Unicredit e’ piu’ distante il taglio dei tassi

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Roma, 31 mar – ”Sicuramente sara’ piu’ difficile per la Bce decidere di abbassare il costo del denaro. Noi eravamo tra coloro che aspettavano e per certi versi ce l’aspettiamo ancora, un taglio dei tassi, ma diventa sempre piu’ difficile: c’e’ anche il rallentamento economico che non puo’ giustificare l’inizio di una fase espansiva da parte della BCE. Pensiamo che c’e’ bisogno di un rallentamento piu’ pronunciato per abbassare i tassi d’interesse. Un livello del 3,3% dell’inflazione – crediamo – sia il ‘picco’, anche se l’inflazione ci ha sempre sorpreso al rialzo”. Aurelio Maccario, responsabile area euro del gruppo Unicredit, risponde cosi’ all’Asca, in merito alla policy della Bce sui tassi d’interesse, su cui si erano concentrate anche le attese dei banchieri che auspicavano una manovra al ribasso in due fasi: una prima limatura a giugno, e una successiva a settembre.
”E’ lecito attendersi un rallentamento dell’inflazione – afferma ancora Maccario – a meno che uno non immagini una ulteriore accelerazione della dinamica dei prezzi del petrolio e dei generi alimentari. Quelle variabili li’ erano molto basse lo scorso anno. Il percorso mensile dovrebbe puntare quindi ad un abbassamento, ma la situazione e’ di profonda incertezza. Il nostro punto di vista non e’ cambiato, ma e’ ragionevole pensare che il taglio dei tassi non avverra’ a giugno”.

(ASCA) – Roma, 31 mar – Intanto nel nostro paese l’inflazione ha raggiunto il livello piu’ alto dal mese di settembre 1996. Il dato mensile presenta infatti una crescita dello 0,5%. A febbraio l’inflazione aveva registrato un aumento tendenziale del 2,9% e un rialzo mensile dello 0,2%. I settori che hanno registrato maggiori incrementi sono i trasporti (+1,4%), i generi alimentari (0,7%), e servizi ricettivi e di ristorazione (+0,7%, e il comparto che riguarda abitazione, acqua, elettricita’ e combustibili (+0,4%). Le associazioni dei consumatori, Adusbef in testa, chiedono un intervento incisivo da parte del governo a sostegno delle famiglie, mentre Adiconsum afferma che si e’ creato un meccanismo distorsivo che scarica sul potere d’acquisto delle famiglie aspetti speculativi che si creano sui mercati. Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori afferma che ”Trichet sta procurando danni a non finire alle famiglie”, e spiega il perche’. Secondo Trefiletti, infatti, ”mantenendo l’euro molto piu’ forte rispetto al dollaro i produttori di materie prime fanno lievitare i prezzi. Ma l’opinione del presidente della Bce e’ che cosi’ facendo si combatte l’inflazione. Invece  – dice Trefiletti – la Bce fa un’operazione opposta: sta mettendo a rischio le imprese e le famiglie che con l’euribor – che e’ il mccanismo che nei contratti di mutui ipotecari a tasso variabile determina il rialzo della rate – perdono continuamente potere d’acquisto.
Non capisco perche’ in Europa, a parte il nostro paese che e’ molto debole in questo momento a causa delle elezioni politiche alle porte, non si sia ancora compreso, Sarkozy in testa, che Trichet va posto in condizione di non nuocere”.

Posted in bce | Leave a Comment »

In dirittura d’arrivo la jv tra Fiat e Chery

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Torino, 31 mar – E’ in fase di perfezionamento la joint venture tra la Fiat e Chery per il mercato cinese.
L’a.d. del Lingotto, Sergio Marchionne, nel corso della conferenza stampa ha detto che in linea di massima l’accordo e’ stato raggiunto, ”abbiamo finito di discutere degli ultimi dettagli”. E’ stata quindi presentata la richiesta per l’autorizzazione alla joint venture che segue il memorandum d’intesa sottoscritto tra Fiat e Chery nell’estate dell’anno scorso per la produzione e commercializzazione di auto del gruppo Fiat. Marchionne ha confermato che la produzione di auto iniziera’ nel 2009.
Sulla Cina, tuttavia, Marchionne ha sottolineato che si tratta di ”un mercato estremamente difficile con margini molto bassi”. ”E’ un mercato che non si puo’ evitare – ha aggiunto – e la Fiat deve essere quindi presente ma sara’ una dura battaglia”.

Posted in fiat | Leave a Comment »

Alitalia: il prestito ponte e’ solo per il raggiungimento dell’intesa. Prato avverte i sindacati

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Roma, 31 mar – La proroga alla scadenza del 31 marzo per proseguire la trattativa e’ di pochi giorni e se non ci saranno le premesse per una possibile intesa Alitalia non
riuscira’ ad ottenere il prestito ponte da parte del tesoro. Lo ha affermato il presidente di Alitalia, Maurizio Prato, rivolgendosi ai sindacati seduti al tavolo della trattativa con AirFrance-Klm per l’acquisizione del vettore ex di bandiera. Intervenuto subito dopo l’annuncio dell’abbandono da parte della Uilt della trattativa, Prato si e’ rivolto al segretario generale Uilt, Giuseppe Caronia, affermando di non capire cosa c’entra la funzione di tutela dei lavoratori Alitalia con il quadro politico. Uil Trasporti ha abbandonato la trattativa proprio perche’ non ci sarebbero le condizioni politiche per portare avanti in modo sereno l’operazione, chiedendo una sospensione fino a dopo le elezioni.
A questo proposito Prato ha ricordato che oggi scade il termine indicato dal board di Alitalia per ottenere il finanziamento ponte, confermando inoltre che la proroga alla scadenza del 31 marzo per la fine della trattativa e’ di pochi giorni, ”a meno che – ha spiegato il presidente di
Alitalia – non ci siano le premesse per una possibile intesa che costituisca la condizione per ottenere il prestito ponte”.

Posted in alitalia | Leave a Comment »

Segnalazione

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

                     -9

                    WWW.4Trading.it

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Fiat: Marchionne anticipa il dato sulle vendite di marzo

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Torino, 31 mar – Mercato auto negativo a marzo in Italia ma i marchi Fiat mantengono le quote. E’ quanto ha anticipato l’a.d. della Fiat, Sergio Marchionne, precisando che a marzo in Italia le vendite auto del gruppo Fiat sono andate bene anche se ”il mercato e’ triste, ma noi abbiamo mantenuto la nostra quota”.

Posted in fiat | Leave a Comment »

Alitalia: anche UIL Trasporti abbandona la trattativa

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Roma, 31 mar – Uil Trasporti ha abbandonato il tavolo di trattativa con Air France-Klm per discutere il piano industriale di acquisizione di Alitalia. Secondo il
sindacato, non ci sarebbe un clima sereno e un governo che assicuri tranquillita’ nella conduzione della trattativa.

Posted in alitalia | Leave a Comment »

Fiat: le ultime dichiarazioni dall’assemblea

Posted by 4trading su 31 marzo 2008

(ASCA) – Torino, 31 mar – L’a.d. della Fiat, Sergio Marchionne, conferma le trattative in corso per il ”ritorno dell’Alfa Romeo negli Stati Uniti, ma al momento non c’e’ niente da annunciare. Sono trattative preliminari. Dateci il tempo di andare avanti”, ha detto Marchionne nel corso della conferenza stampa al termine dell’assemblea degli azionisti. L’a.d. della Fiat ha quindi auspicato che ”nei prossimi 90-120 giorni si possa prendere una decisione”. Intanto Marchionne conferma che Iveco entrera’ nel mercato americano.

L’assemblea degli azionisti di Fiat ha deliberato l’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie. Il programma si riferisce ad un numero massimo di azioni proprie tale da non eccedere il 10% del capitale sociale per un controvalore massimo di 1,8 miliardi di euro; terminerà il 30 settembre 2009 o comunque al raggiungimento del controvalore massimo di 1,8 miliardi di euro; il prezzo massimo di acquisto non potrà essere superiore del 10% al prezzo di riferimento rilevato in Borsa il giorno precedente all’acquisto effettuato; il numero massimo di azioni acquistate giornalmente non potrà essere superiore al 20% del totale degli scambi giornalieri di ciascuna categoria. Ad oggi Fiat detiene 32.877.458 azioni ordinarie pari al 2,75% del capitale con diritto di voto.

Posted in fiat | Leave a Comment »