4trading (www.4trading.it)

analisi di borsa

Archive for 15 gennaio 2008

Poltrona Frau: buy back al 2% – Comunicato stampa

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Si segnala che la Società ha colto l’opportunità, data dall’attuale debolezza dei mercati finanziari, di iniziare nel mese di agosto 2007 il piano di acquisto di azioni proprie, sulla base delle linee guida approvate dall’Assemblea degli Azionisti tenutasi in data 30 aprile 2007.

Alla data dell’11 gennaio 2008, la Società dispone di 3.076.790 azioni proprie, pari a circa il 2,20% del capitale sociale, ad un prezzo medio di carico di 2,5347 euro.

“Riteniamo, anche in relazione all’andamento e ai piani di sviluppo internazionale, che l’acquisto di azioni proprie da parte di Poltrona Frau, in un momento in cui il titolo è fortemente sottovalutato, rappresenti un investimento interessante per i nostri azionisti” dichiara l’AD Giuliano Mosconi.

Posted in poltrona frau | Leave a Comment »

Ifil – Internal Dealing

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Nel corso del mese di dicembre, l’azionista di controllo Ifi ha acquistato:

  • in data 3/12 200 mila azioni Ifil al prezzo di 7,005
  • in data 4/12 450 mila azioni Ifil al prezzo di 6,81
  • in data 5/12 300 mila azioni Ifil al prezzo di 6,902
  • in data 6/12 400 mila azioni Ifil al prezzo di 6,842
  • in data 7/12 279.200 azioni Ifil al prezzo di 6,832
  • in data 10/12 479.800 azioni Ifil al prezzo di 6,776
  • in data 11/12 290 mila azioni Ifil al prezzo di 6,859
  • in data 12/12 300 mila azioni Ifil al prezzo di 6,809
  • in data 13/12 200 mila azioni Ifil al prezzo di 6,774

Posted in ifil, internal dealing | Leave a Comment »

B Popolare: incrementa la quota in C.ssa di Risparmio di Pisa

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Banco Popolare ha acquisito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa un ulteriore 6,66%, pari a 47.051.797 azioni, del capitale sociale della Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno, salendo 78,92% dell’istituto. Lo comunica la società attraverso un comunicato precisando che il trasferimento della partecipazione è avvenuto, a seguito dell’esercizio della put da parte della Fondazione CrPisa, a un prezzo di euro 2,47 per azione, per un ammontare complessivo di 116,2 mln euro, con
l’attribuzione di un price/book value pari a 1,38.

Posted in b popolare | Leave a Comment »

Ducati – Comunicato Stampa

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

A pensar male si fa peccato ma spesso……

Leggendo le ultime righe del comunicato (strike delle stock options) forse, e diciamo forse, si puo’ capire il motivo di un simile storno (anche se il mercato e’ stato molto negativo).

——————————————————————————-

Il Consiglio di Amministrazione di

Ducati Motor Holding S.p.A. (Borsa Italiana S.p.A.: DMH) ha deliberato in data odierna di sottoporre ad approvazione assembleare un aumento di capitale sociale dell’importo massimo di Euro 1.673.000 mediante emissione fino a 3.284.369 azioni con esclusione del diritto d’opzione, ai sensi del comma 8 dell’art. 2441 del codice civile e dell’art. 134 del TUF, scindibile e a pagamento con eventuale sovrapprezzo, a servizio del Piano di Stock Option della Società.

Il Consiglio di Amministrazione ha quindi deliberato la convocazione della Assemblea Straordinaria degli Azionisti, che sarà chiamata a pronunciarsi sulla suddetta proposta, in data 3 marzo 2008 (prima convocazione) ed occorrendo in data 5 marzo 2008 (seconda convocazione).

Il Consiglio ha inoltre fornito al management indicazioni circa la presentazione alla comunità finanziaria delle linee guida del Piano Industriale della Società per il triennio 2008-2010 nonché dei dati preliminari relativi al fatturato ed alla posizione finanziaria netta della Società nel quarto trimestre 2007.

Tale presentazione avrà luogo nella giornata di domani 16 gennaio 2008 e la relativa documentazione verrà messa a disposizione del pubblico non appena disponibile e comunque prima dell’inizio dell’incontro.

Il Consiglio di Amministrazione, infine, ha consentito la conclusione un contratto derivato di Total Return Equity Swap regolato esclusivamente per cassa ossia senza scambio fisico di azioni (cash settled) con una primaria istituzione finanziaria. Il Total Return Equity Swap è un contratto derivato in base al quale la controparte finanziaria trasferisce alla Società la performance finanziaria dell’azione Ducati. L’operazione è stata approvata dalla Società a copertura del rischio finanziario derivante dal Piano di Phantom Stock Option adottato dall’Assemblea Ordinaria degli Azionisti dell’8 agosto 2007 a beneficio del top management del Gruppo Ducati (per ulteriori informazioni in merito al Piano si richiama il relativo documento informativo pubblicato ai sensi di regolamento). L’esigenza di copertura sottostante l’operazione è legata al costo finanziario per la Società in caso di rialzo delle quotazioni del titolo Ducati, pari alla differenza tra il prezzo del titolo al momento dell’esercizio ed uno strike price fissato in Euro 1,15.

L’eventuale acquisto di azioni Ducati a copertura del contratto derivato da parte dell’istituto finanziario sarà distribuito su un arco di giorni in funzione della liquidità del titolo Ducati e comunque verrà effettuato nei limiti del 20% del volume complessivo medio giornaliero delle azioni. L’operazione di copertura è legata alla scadenza del Piano di Phantom Stock Option, che ha un orizzonte temporale di cinque anni.

 

Technorati Tag: ,

Posted in ducati | Leave a Comment »

Segnalazione

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Aggiornate le sezioni:

  • analisi ciclica Edoardo Macalle’
  • Pivot Point
  • Titoli in ipercomprato ed ipervenduto

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Commento di chiusura

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Finale in consistente ribasso in Piazza degli Affari, appesantito come le altre piazze europee da una serie di dati macroeconomici poco incoraggianti. A questo bisogna aggiungere la pessima trimestrale di
Citigroup, che ha penalizzato particolarmente il comparto dei bancari. A fine seduta sia il Mibtel che lo SPMib cedono il 2,3%, ma tra i bancari le flessioni sono piu’ forti. Giu’ le Unicredito del 3% nel giorno della riunione del comitato nomine che affrontera’ il nodo del Banco di Sicilia. Giu’ anche le Popolare di Milano del 2,6%, il cui cda si e’ riunito per fare il punto sulle strategie di crescita. Per le Intesa Sanpaolo la flessione e’ del 3,5% mentre MPS, Mediobanca, UNI Banca e Banco Popolare marcano perdite tra il 2 ed il 3%. Nemmeno gli istituti del risparmio gestito hanno
evitato le correnti di vendita (Mediolanum -4,6%), salvo le Azimut (+0,4%) che resistono grazie agli ottimi risultati 2007 resi noti ieri. Il panorama del listino e’ tutto
all’insegna del ribasso: giu’ gli assicurativi e i telefonici
con le Tiscali che perdono sei punti, giu’ gli industriali
con le Fiat e le Finmeccanica che cedono entrambe il 3%. Cedenti anche i petroliferi: le Eni perdono il 2% appesantite anche dalla notizia che il cane a sei zampe non avra’ la leadership unica nello sfruttamento del giacimento di Kashagan, e le Saipem arretrano del 3%. Perdite ancora piu’ forti per Tenaris, Erg e Saras. Solo il comparto delle utilities segna qualche progresso, con le Enel che guadagnano lo 0,3%: l’entrata in vigore delle nuove tariffe non pesera’ sul bilancio 2008. Bene anche le Snam (+1,3%). Di nuovo molto deboli, infine, sia gli editoriali con perdite medie del 3%, sia i titoli del lusso che marcano flessioni nell’ordine del 7%.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Kerself – Internal dealing

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Serie di operazioni in vendita da parte di un consigliere della societaì:

  • in data 8/1 Mutabakani Arig ha venduto 732 azioni al prezzo di 10.06 euro;
  • in data 11/1 Mutabakani Arig ha venduto 730 azioni al prezzo di 9.35 euro;
  • in data 14/1 Mutabakani Arig ha venduto 6000 azioni al prezzo di 9.46 euro;

Posted in internal dealing, kerself | Leave a Comment »

Taglio straordinario della Fed?

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Ieri, con il record del prezzo dell’oro, abbiamo assistito ad un netto movimento di storno del dollaro nei confronti dell’euro. Il rapporto di cambio si e’ spinto sino ed oltre 1.49/vs euro. Anche oggi la partenza del dollaro e’ stata in flessione ma il recupero, nel tardo pomeriggio, e’ stato del tutto frazionale (in serata quota 1.4841).

Oggi sono stati comunicati dati macro (vendite al dettaglio e scorte delle imprese) decisamente peggiori delle attese (che a loro volta erano in deciso calo rispetto ai relativi dati precedenti).

Le quotazioni del T-Bond gia’ scontano uno scenario di taglio dei tassi, da parte della Fed nella riunione del 30/1, di 0.5 basis point, mentre il prezzo del petrolio ha subito pesantemente l’attesa di un rallentamento economico (- 2 dollari al barile).

In considerazione dei prossimi dati macro e societari (attesi domani quelli di JP Morgan e venerdi’ di Merrill Lynch) non sarebbe da escludersi una riunione straordinaria, in questa settimana, della Fed per un taglio dei tassi.

Posted in tassi | Leave a Comment »

Kerself – Internal dealing

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Serie di operazioni in vendita da parte di un consigliere della societaì:

  • in data 8/1 Mutabakani Khaled ha venduto 735 azioni al prezzo di 10.06 euro;
  • in data 11/1 Mutabakani Khaled ha venduto 1920 azioni al prezzo di 9.37 euro;
  • in data 14/1 Mutabakani Khaled ha venduto 5000 azioni al prezzo di 9.27 euro;

 

Posted in internal dealing, kerself | Leave a Comment »

M&C – Internal dealing

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Il dott Ariaudo tramite A Holding, ha acquistato, in data 14/1, 50 mila azioni M&C al prezzo di 0,72 euro.

Posted in internal dealing, M&C | Leave a Comment »

Alitalia: dichiarazioni di Padoa-Schioppa

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Il governo si adoperera’ per ”favorire una transizione graduale da Malpensa”. Lo ha detto alla Camera, il ministro del Tesoro, Tommaso Padoa-Schioppa, nella sua replica al dibattito sull’Alitalia.
Per il ministro, infatti ”Alitalia non e’ una azienda
sana, ne’ industrialmente nei finanziariamente e, finche’
rimane in tale condizione, non puo’ costituire una
prospettiva solida neppure per Malpensa”.
”Un punto deve essere affermato con chiarezza – ha poi
detto Padoa-Schioppa -: l’obiettivo di una piena
realizzazione di Malpensa come hub e’ stato mancato non per le recenti decisioni di Alitalia”.

La proposta avanzata da AirOne per la privatizzazione dell’Alitalia ”non risponde in modo concreto alle forti criticita’ che caratterizzano oggi la situazione
di Alitalia e appare caratterizzata da elementi
eccessivamente ottimistici”. Il ministro dell’Economia,
Tommaso Padoa-Schioppa, nella sua replica al dibattito alla Camera sulla situazione dell’Alitalia, ha spiegato il motivo per il quale il Governo abbia ritenuto di scegliere Air France quale soggetto con cui avviare la trattativa in
esclusiva per la cessione della compagnia ex di bandiera.

Una proposta vincolante ”accettabile”. Questo l’auspicio espresso dal ministro dell’Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, per la conclusione della trattativa in esclusiva tra Alitalia e Air France per la privatizzazione della compagnia ex di bandiera.
”Alitalia – ha detto il ministro – avvia ora la trattiva
in esclusiva. L’ordine naturale delle cose e anche il mio
auspicio e’ che essa si concluda con la presentazione di una offerta vincolante che il Governo possa giudicare accettabile perche’ corrispondente alla sua valutazione dell’interesse generale del paese. Il ministero – ha aggiunto Padoa-Schioppa – esaminera’ in modo compiuto l’offerta vincolante che Air France-Klm presentera’ al termine della trattativa e, con l’aiuto dei propri consulenti (advisor) e del Comitato per le privatizzazione, si pronuncera’ in via definitiva sulla
cessione della partecipazione dello Stato italiano in
Alitalia. L’offerta sara’ esaminata nel suo complesso e in
ogni aspetto che riguardi il governo della societa’, il piano industriale e le condizioni finanziarie”.
Padoa-Schioppa ha poi contestato chi ha usato la parola
svendita per la privatizzazione dell’Alitalia. ”Fermo
restando il parere di congruita’ del prezzo che sara’
rilasciato dai consulenti del ministero – ha detto il
ministro -, ricordo che gia’ da un anno il Governo cerca il
miglior offerente. Se qualcuno avesse avuto da offrire
condizioni migliori di quelle che in questo momento sono
state prospettate, questo sarebbe il momento per farsi
avanti. Puo’ ben essere che le condizioni sembrino meno buone di quelle che speravamo. E’ umano: ogni mamma, dicono a Napoli, trova stupendo il proprio bambino. Ma c’e’ svendita solo se tra piu’ offerte non si sceglie la piu’ alta”.

Posted in alitalia | Leave a Comment »

Mibtel: verso area 27000

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

mibt

Il livello di 28000 punti non ha retto e la correzione odiena proietta le quotazioni del Mibtel verso area 27000 punti dove passa la trendline inferiore del canale discendente. La velocita’ di correzione odierna determina un forte eccesso negativo. Possibile un recupero nella prossima seduta ma di modesta entita’.

Posted in Mibtel | Leave a Comment »

Dea Capital – Internal Dealing

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

La societa’ controllante B&D Holding ha acquistato, in data 4/1, 42244 azioni al prezzo di 1.9985 euro.

Posted in dea capital, internal dealing | Leave a Comment »

Danieli: indiscrezioni

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Secondo agenzie di stampa, Abi Dhabi Basic Industries è vicina ad assegnare a Danieli ordini per circa $ 1 bn.
Il valore del contratto (circa € 700 mn)  rappresenterebbe il 25% dell’attuale libro ordini della divisione DAN engineering.
Se confermata, la notizia sarebbe molto positiva per il titolo

Posted in danieli | Leave a Comment »

S&P: downgrade su Citigroup

Posted by 4trading su 15 gennaio 2008

Standard & Poor’s Ratings Services fa sapere tramite una nota di avere abbassato i rating di credito di controparte di lungo termine su Citigroup Inc. ad ‘AA-‘ da ‘AA’ e quelli su Citibank N.A. New York, NY ad ‘AA’ da ‘AA+’. Tutta colpa, come si apprende da una nota diramata dalla casa di rating internazionale, delle ingenti perdite accusate dal gruppo e annunciate proprio oggi. L’outlook è negativo. I rating sono stati rimossi dal creditwatch, dove erano stati collocati il 5 novembre con implicazioni negative. Nello stesso tempo, i rating di credito di controparte di breve termine sulle due società sono stati confermati al rango di ‘A-1+’. “Il nostro downgrade – afferma l’analista di Standard & Poor’s, Tanya Azarchs, – tiene anche in considerazione che la performance di Citigroup nel 2008 può essere difficile, a causa delle prospettive che tratteggiano un quadro ancora arduo per le banche statunitensi. Non possono essere escluse ulteriori svalutazioni di titoli legati al mercato dei mutui”.

Posted in Citigroup | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »