4trading (www.4trading.it)

analisi di borsa

Archive for 8 gennaio 2008

A2A: aggiornamento operativo

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

a2a

Movimento in netto ribasso nelle ultime battute. In genere, chiusure sui minini dopo un’oscillazione vicina ai massimi per buona parte della giornata, la giudichiamo molto negativa. Per un semplice dato: apertura di posizioni molto consistenti allo scoperto, atte a far scattare gli stop di brevissimo. Stop a 3 euro in corso di giornata.

Posted in A2A | Leave a Comment »

Erg: aggiornamento operativo

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

erg

Grafico senza particolari commenti. Chiarissimo il segnale di vendita odierno: l’unico dato che ci fa dubitare del potenziale raggiungimento della base inferiore del canale e’ il forte eccesso negativo su tutti gli indicatori. Possibile un recupero tecnico, da temere per i possibili falsi segnali rialzisti, verso area 12.3 euro. Non entrare in compera.

Posted in erg | Leave a Comment »

Fastweb: situazione ad alto rischio

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

fwb

Pochi commenti da fare: la rottura di 23.5 euro in chiusura determinera’ un nuovo segnale negativo. Prestare attenzione fossero in essere posizioni e vendere al segnale.

Posted in fastweb | Leave a Comment »

Camfin: raggiunti i minimi del 2002

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

cmf

Il grafico, su base settimanale, evidenzia chiaramente il raggiungimento dei minimi del 2002. ll movimento ribassista di queste ultime sedute, pero’, lascia supporre che area 1,27 euro possa essere passata al ribasso con potenziale target in area 1.15 euro. L’eventuale raggiungimento di questa soglia determinera’ la possibilita’ di acquisti in presenza di un rapporto rischio/rendimento molto limitato. Per ora attendere, ma tenere sotto controllo.

Posted in camfin | Leave a Comment »

Mibtel: aggiornamento

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

mibt

Rispetto al Nasdaq, ma domani potrebbe essere un’altra storia, il Mibtel si mantiene sopra area 28240 punti senza apparente difficolta’. Il movimento delle quotazioni, in queste ultime sedute, non ha determinato alcun segnale se non un potenziale doppio minimo. Non crediamo molto a questa ipotesi perche’, in genere, i doppi minimi determinato una reazione immediata, e cio’ non e’ avvenuto. Prestare attenzione ad area 28240 punti. La rottura alzerebbe, di molto, la possibilita’ di un arrivo verso quota 27000 punti.

Posted in Mibtel | Leave a Comment »

Nasdaq Composite

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

Ripreniamo il grafico settimanale pubblicato nella precedente analisi. La situazione attuale e’ questa:nasdaq

Area 2370 punti e’ sempre piu’ vicina ed e’ molto probabile, dopo l’accelerazione ribassista di questa sera, che l’indice la raggiunga nel brevissimo. Da verificare se la rottura di questa linea avverra’ a brevissimo o meno.

Pubblichiamo anche l’indicatore di direzione piu’ noto (RSI)

rsi  questo grafico evidenzia molto chiaramente come il livello toccato oggi dall’indicatore sia molto importante.

Possibile, a questo punto, un nuovo ribasso nella prossima seduta ed, in tal caso, la chiusura sotto quella odierna potrebbe determinare un potenziale cambiamento direzionale ed anticipare la rottura, non immediata, di area 2370 punti. In poche parole, domani il Nasdaq, a livello tecnico, potrebbe fornire un’indicazione, negativa, operativa di medio periodo

Posted in nasdaq composite | Leave a Comment »

Fiat : prosegue il buy back

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

Nell’ambito del programma di acquisto azioni proprie annunciato lo scorso 5 aprile, Fiat comunica di aver acquistato in data odierna n. 950 mila azioni Fiat ordinarie, al prezzo medio unitario di euro 16,0914 al lordo delle commissioni.
Dall’inizio del programma sono state acquisite n. 27,532 milioni di azioni ordinarie per un investimento complessivo di 538,6 milioni di euro.

Technorati Tag: ,

Posted in fiat | Leave a Comment »

B Italease: comunicato stampa su richiesta Consob

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

Su richiesta di Consob, Banca Italease, in relazione a recenti indiscrezioni pubblicate da alcuni organi di stampa, nonché all’andamento delle quotazioni del titolo nelle ultime sedute di Borsa, precisa di non essere a conoscenza di fatti o circostanze – così come riportate dalla stampa – relative alle indagini in corso, né di dover rappresentare fatti nuovi o circostanze ulteriori rispetto a quanto sin qui puntualmente comunicato al mercato.
Peraltro la Banca sottolinea di aver sempre collaborato con la Magistratura e gli Organi di Vigilanza, nella ricostruzione delle vicende che l’hanno interessata nel periodo di vigenza del precedente vertice operativo.
A tale riguardo la Banca ricorda di aver presentato atti di espostodenuncia- querela avanti la Procura della Repubblica di Milano nei confronti di alcuni soggetti – tra cui ex-dipendenti e procacciatori, ora non più in rapporto di collaborazione con il Gruppo – per ipotesi di reato commesse in suo danno (come già evidenziato nel prospetto informativo relativo alla recente operazione di aumento di capitale); Banca Italease precisa infine che stamane ha depositato presso la Procura della Repubblica di Milano un esposto volto ad accertare se vi siano state, nelle recenti sedute di Borsa, operazioni anomale sul titolo o manovre comunque tese all’artificiosa distorsione del prezzo dello stesso.

Posted in Bca Italease | Leave a Comment »

Countrywide crolla di oltre il 15%

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

Torna la tempesta sui titoli del comparto immobiliare ed
in particolare sul gigante dei mutui Countrywide che
sprofonda di oltre 17 punti percentuali.
Sul titolo e’ piovuto un commento negativo di Lehman
Brothers e un articolo del New York Times che ipotizza
presunte irregolarita’ amministrative mentre diversi trader parlano della possibilita’ di bancarotta.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Commento di chiusura 8/1

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

Ancora una giornata altamente volatile per gli indici milanesi che dopo aver cambiato più volte segno hanno archiviato la giornata poco al di sotto della linea della parità in scia al calo evidenziato dagli indici americani. L’S&P Mib ha chiuso in calo dello 0,08% a 37571 punti mentre il Mibtel ha fermato le lancette a 28453 punti, -0,05%. Bene in particolare Alitalia che ha chiuso in rialzo del 5%. Il titolo della compagnia di bandiera italiana è svettato sul telematico milanese sull’ipotesi, non confermata in ambienti finanziari, di un allargamento della cordata guidata da AirOne e Intesa SanPaolo.
Bene anche Atlantia +2,84%, Bulgari +2,38% e Parmalat +2,46%.In negativo se segnalano Lottomatica -2,05%, Intesa SanPaolo -1,59%, Prysmian -1,38% e Seat Pagine Gialle, che archivia un’ennesima seduta di passione chiudendo ai nuovi minimi storici, -4,53% a 0,2360 euro.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Esponente Fed teme che il credit crunch sia ancora un pericolo- Indici Usa al ribasso

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

Mentre è già scattato il conto alla rovescia per la decisione monetaria che sarà presa giovedì dalla Banca centrale europea (Bce) e per il discorso che il numero uno della Federal Reserve a stelle e strisce, Ben Bernanke, terrà sempre giovedì sulle prospettive dell’economia statunitense, il quadro tratteggiato
quest’oggi dal presidente della Federal Reserve di Boston, Eric Rosengren, non è certo dei più rosei: “Le banche commerciali rappresentano una importante fonte di liquidità” e a riguardo ci sarebbero “andamenti che continuano a destare preoccupazione”, tanto che il problema del credit crunch, ovvero delle restrizioni dal lato del credito, non appare affatto risolto. “Su questo sfondo – ha proseguito, secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, il numero uno della Federal Reserve di Boston nel corso di un convegno proprio sulle prospespettive dell’economia per il 2008 – la
trasparenza da parte delle istituzioni finanziarie è
particolarmente importante per permettere alla Federal Reserve di prendere le decisioni più giuste”. “Una veloce definizione delle perdite”, insomma “porta a risultati più efficaci, anche se nel breve termine può rivelarsi dolorosa”. E non a caso gli indici del mercato azionario, che prima delle parole di Rosengren viaggiavano in territorio positivo, hanno virato al ribasso portandosi in area negativa. Tanto che al momento il Dow Jones cede sul campo lo 0,42% e il Nasdaq si lascia alle spalle lo 0,41%.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Socotherm sull’indice principale in Argentina

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

Socotherm Americas sa, società controllata per l’83% da
Socotherm spa, quotata sul segmento Star di Borsa Italiana, annuncia l’ingresso nel Merval, il principale indice del mercato azionario argentino. Al momento della quotazione, avvenuta nel novembre 2006, il prezzo dell’azione di Socotherm Americas era pari a 7,3 pesos argentini, contro i 19,4 fatti segnare al momento dell’ingresso nel Merval, lo scorso 2 gennaio. “Sono particolarmente orgoglioso – afferma Zeno Soave, presidente e aministratore delegato sia di Socotherm
Americas sia di Socotherm spa – del risultato raggiunto, anche a nome di tutti i collaboratori del gruppo”.

Posted in socotherm | Leave a Comment »

Italcementi arriva in Medio Oriente

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

Una nota emessa dalla società annuncia la volontà di proseguire nei “programmi di verticalizzazione delle proprie attività anche in Kuwait. Hilal Cement, la società quotata alla Borsa di Kuwait City entrata a fare parte del perimetro del Gruppo nello scorso mese di agosto, ha in fase di definizione l’accordo per l’acquisto di due medi produttori di calcestruzzo nel Paese del Golfo. La finalizzazione degli accordi è prevista entro le
prossime settimane”. Il gruppo italiano starebbe inoltre
esaminando ulteriori “opportunità nell’area del Mediterraneo, in nuovi Paesi e in regioni dove è già presente come Albania e Turchia.”

Posted in Italcementi | Leave a Comment »

Raccomandazioni analisti – Unicredito e Intesa

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

Gli analisti di Bear Stearns ci hanno ripensato e in un report che porta la data di oggi fanno sapere di avere riavviato la copertura sulle due banche italiane, Unicredit e Intesa SanPaolo, in entrambi i casi con rating “outperform”, ma con prezzi target per la fine del 2008 individuati rispettivamente a 7,40 e a 6,35 euro. Secondo gli esperti di Bear Stearns, quella guidata da Alessandro Profumo, la più grande banca italiana e una delle tre maggiori in Europa a livello di capitalizzazione di mercato, rappresenta la scommessa di Borsa
più indicata per gli investitori istituzionali in cerca di
esposizione sui mercati emergenti. Tra l’altro, la valutazione di mercato non è cara: “Vediamo per Unicredit un upside nell’ordine del 35% e anche al nostro target price le azioni tratterebbero leggermente a sconto rispetto ai peer”. Tra i punti di forza di Intesa SanPaolo, sempre a giudizio di Bear Stearns, c’è una forte capitalizzazione di base, senza contare l’assenza di esposizione nei confronti dei mutui subprime.
Secondo gli analisti della banca d’affari statunitense il
gruppo capitanato da Corrado Passera dà all’investitore la possibilità di fare una scommessa a basso rischio sullo
sviluppo – che secondo Bear Stearns sarebbe alle porte – del mercato bancario italiano.

Posted in intesa, raccomandazioni, unicredit | Leave a Comment »

Seat – Internal Dealing

Posted by 4trading su 8 gennaio 2008

Il Dott. Majocchi, A.D., ha acquistato l’8/1, oggi, 420 mila azioni al prezzo di 0,2351 euro.

 

Technorati Tag: ,

Posted in internal dealing, seat pagine gialle | Leave a Comment »